sabato 11 luglio 2009

ALLALINHORN (m 4.027): Via Normale


Sabato 11 luglio 2009




Io e Paolino l'Alpino

E' tempo di alta quota, la voglia di ghiaccio e di grandi altezze si fa strada.
In vista del prossimo week-end sul Rosa con in programma la salita del Polluce (m 4.091) e data la disponibilità di un solo giorno per questa volta (pena il divorzio...), decidiamo di regalarci una salita comoda comoda, che ci dia modo di mettere becco a Quattromila metri senza sforzo, a spese dell'etica...
Destinazione: Allalinhorn (m 4.027) lungo la via Normale (F+ 571 m).
Carlo ci pacca all'ultimo, purtroppo...
Partenza alle 3,40, via verso l'autostrada: poca gente, qualche disperato reduce dai bagordi del venerdì sera.
Il viaggio si svolge senza intoppi, a parte il sonno; quando scolliniamo in Svizzera oltre il Passo del Sempione, nuvole preoccupanti paiono volerci rovinare la giornata; in realtà, come da previsioni, si dissolvono presto e lasciano spazio al sole.
Alle 7,15 parcheggio a Saas-Fe e da qui vediamo già la nostra meta, sulla sinistra:

Ci prepariamo e raggiungiamo la partenza degli impianti di risalita.
Il ticket costa 46 €. Due tronconi di funivia ci portano al Felskinn (m 3.000), da cui il famoso Metro Alpin ci deposita in pochissimi minuti al Mittelallalin (m 3.500).
Da qui, la nostra vetta appare già vicina:

Alla nostra destra, verso nord, l'Alphubel (m 4.206):

Oltre, lungo un'unica dorsale, seguono Taschorn (m 4.491), Dom de Mischabel (m 4.545) e Lenzspitze (m 4.294):

Alle 8,35 siamo in marcia sul ghiacciaio, legati e ramponati; non siamo certo soli...

Alcuni seracchi si fanno notare, diabolicamente splendidi al sole:

La prima parte segue le piste da sci, poi la pendenza aumenta un po', sempre nei limiti di una comoda salita:

Credo di poter dire che si tratti del Quattromila più semplice delle Alpi, saliamo placidi e tranquilli, in fila:

La temperatura è fredda, lo zero termico è sui 3.000 m; alla mia sinistra, la parete ghiacciata verso la vetta:

Paolino mi precede di qualche passo, poche nuvolette innocue:

Alla nostra destra, il Taschorn: il pensiero va al grande Patrick Berhault, che cadde il 28/04/2004 percorrendo la cresta Taschorn-Dom de Mischabel:

Giungiamo al colle Feejoch (m 3.810), dove superiamo diverse cordate, e puntiamo alla parete finale:

C'è spazio per una prima occhiata al maestoso Cervino (m 4.478), salito 11 mesi fa proprio dalla cresta di fronte a noi, l'Hornli:

Alla nostra, ancora un Quattromila, il bellissimo e slanciato Rimpfischorn (m 4.199):

Ci avviciniamo rapidi alla crestina finale:

Alla mia sinistra, una cinquantina di metri più in alto, la croce sommitale:

Usciamo in cresta a pochi passi dalla cima:

Il Cervino cattura ancora lo sguardo, nascondendo la vetta nelle nubi:

Finalmente ci siamo, la vetta dell'Allalinhorn (m 4.027) ci accoglie alle 9,50.
In soli 75 minuti, sono in cima al mio 15° Quattromila:

Il panorama è splendido:

Facciamo una pausa di una ventina di minuti, per "respirare" un po' di alta quota, poi scendiamo al colle, dove scattiamo altre foto; io ed il "mio" Cervino (m 4.478):

La nostra scoperta di oggi, l'estetico Rimpfischorn (m 4.199):

La via salita e l'affollamento lungo il facile itinerario:

Strahlhorn (m 4.190) e Rimpfischorn (m 4.199):

Sua maestà, il Cervino (m 4.478):

Rimpfischorn (m 4.199), Castore (m 4.228), Polluce (m 4.091), Roccia Nera (m 4.075) e la catena dei Breithorn (m 4.165):

Verso nord, Taschorn (m 4.491), Dom (m 4.545), Nadelhorn (m 4.327) e Lenzspitze (m 4.294):

La parete nord dell'Allalinhorn, durante la discesa:

Meringhe di ghiaccio:

L'unico crepaccio incontrato, superabile con un passo:

Ormai quasi rientrati al Mittelallalin, un ultimo sguardo alla nostra vetta:

Ci diamo una sistemata, poi visitiamo il palazzo di ghiaccio, l'Eispavillon:





Alle 13,30 siamo a Saas-Fe, dove ammiriamo le antiche costruzioni tipiche del luogo:



Ci riposiamo un po', poi ripartiamo verso casa, con sosta McDonald's a Visp.

3 commenti:

Marco ha detto...

bella gita!! complimenti!

Stefano ha detto...

ma la corda? come diavolo la tenete a spalla senza passarla nell imbrago? dalle foto pare che state a fa na strunzata

DANI ha detto...

???
Nell'imbrago passa normalmente, nei 2 anelli, poi ci sono gli anelli inutilizzati, quindi un nodo a otto al moschettone fissato all'anello di servizio.
Nel caso, si va in tiro su quello; la corda inutilizzata non lavora.
Qual è il problema?